Racconti Erotici

  • Scritto da Gilda il 09/07/2022 - 02:46
  • 675 Letture

Girovagando sul web, mi ritrovai di nuovo su un sito molto interessante. Un sito dove da quel che leggevo, le persone liberavano la propria mente condividendo le voglie e i loro pensieri di puro peccato. 

Il sito si chiamava "Racconti erotici". Leggendone alcuni capii che ero sulla stessa onda di molti di loro, molti di questi pseudo scrittori che erano pieni di voglie, come me.

Dovevo condividerle anche io subito. 

La cosa mi eccitò prima ancora di cominciare.  Potevo scrivere di mie voglie , dei miei segreti e desideri più piacevoli. Cominciai quindi a farlo e subito. Non ero mai stata una grande scrittrice, a scuola facevo pena ma la voglia di condividere mi faceva bagnare, il pensiero che dall'altra parte ci fosse stato qualcuno o qualcuna che avrebbe letto ciò che scrivevo , mi eccitava tantissimo.

Così cominciai. E dopo qualche mese , scrissi ben otto raccontini. Non da essere premiati sicuramente dal premio Pulitzer, ma la condivisione, era questa la cosa più eccitante. Mentre scrivevo e cliccavo sul tasto "pubblica" ero bagnata tra le cosce , ed quasi ogni volta mi sono poi toccata fino a godere. I racconti descrivevano i miei sogni, o quei momenti in stile "sacro e profano" quasi. Mi fece ricordare di quando ero molto giovane e avevo appena scoperto il sesso . Di quando cominciai ad avere voglia di conoscere prima di tutto il mio corpo, e poi il corpo dell'uomo. A immaginare e anche a spiare , e cosa sarebbe accaduto. Sia con amici, sia in famiglia e anche con sconosciuti. Cosa , che ancora oggi faccio. Immagino e mi eccito . Alcuni dei racconti col tempo sono stati letti da un bel po' di persone , alcuni di meno ma non mi interessa. Non sono qui per fare una gara. Per dare piacere e condividere le mie porche e perverse voglie. Uno dei racconti che più mi han eccitato nello scrivere è stato sicuramente un sogno che feci. Il sogno di halloween. Il sogno non lo feci io. Ma il mio compagno . Era una cosa che lo aveva straeccitato . E lo nomina spesso quando iniziamo i preliminari . Sborrando subito sul mio corpo mentre mi chiama vacca e mignotta . 

Cosa pensi di questo ? Che mi piace . Mi eccita vederlo così. Mentre nel sogno mi facevo toccare da tanti e lui guardandomi si eccitava . 

E mi eccitava anche io condividendo su questo sito questo sogno e questa mia voglia. 

Per ogni racconto dovevo inserire una foto. Cosa potevo mettere se non per la maggior parte alcuni scatti che il mio uomo aveva fatto? Altre immagini invece le presi dal web ovviamente. Ogni volta che vedo me stessa nelle foto penso " chissà se qualcuno pensa che sia veramente io in questa foto e se il mio corpo eccita al punto di fare venire l'orgasmo. Mi piacerebbe sapere se faccio anche il minimo effetto. Mi bagnerebbe le mutandine . 

Dopo la scelta delle foto cliccavo sul tasto "pubblica". Ed eccole lì. Le mie storie. I miei piccoli racconti erotici. Fatte di desideri, di sogni che facevo già fin dalla gioventù. In questo momento sono eccitata . Lo spero anche tu che mi stai leggendo . Che come io, mi sto accarezzando il capezzolo turgido come una biglia , tu ti stia accarezzando il tuo . Come mi accarezzo le labbra mienpelose e umide , tu ti stia lucidando il duro bastone pronto per schizzare sullo schermo . 

Un bacio pieno di brividi e chissà, magari mi risponderete in tanti questa volta . ❤️ 

Un ringraziamento speciale ai gestori della pagina . 

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.