NUOVA VITA CON MIO FIGLIO

  • Scritto da SARA il 22/05/2023 - 21:00
  • 42.8K Letture

Sono Sara, una madre, ho 49 anni e in questi giorni mentre sono un vacanza al mare sto vivendo una relazione incestuosa con mio figlio Alessandro, che ha 18 anni. 

Fino a poco tempo fa non avevo mai pensato all'incesto, poi in un periodo brevissimo mio marito mi ha mollato per una trentenne, io ho perso il lavoro e mia figlia è andata via di casa per convivere con un mezzo delinquente. Insomma, tutto il mio mondo mi si è sbriciolato addosso ed io non sapevo come reagire, come comportarmi, come venirne fuori. Poi una mattina arriva Ale, mio figlio, che diplomato un anno in anticipo era già all'università, mi dice che è tornato a per stare e vivere con me e nonostante le mie insistenze ad andarsene e vivere la sua vita lontano dai casini lui è inamovibile. Mi aiuta a trovare un altro lavoro con l'aiuto di un suo amico e insieme pian piano ci rimettiamo in carreggiata. Nel frattempo convince anche la sorella a mollare quel suo pseudo-compagno tossico e le paga un posto in un ostello della gioventù per un mese. Insomma tutto sembrava tornare a posto, o ad essere almeno accettabile e tutto grazie a lui, a mio figlio. 

Poi la settimana scorsa l'impresa di pulizie per cui lavoro annuncia che chiuderà d'ufficio fino a ferragosto ma grazie all'ottimo lavoro svolto ci ha dato anche un premio produttività, insomma ero pure in vacanza e pagata...Pazzesco!!!

Poi mio figlio mi informa che la famiglia del suo amico, quello che mi aveva trovato il lavoro, sarebbe contenta se io potessi dare una ripulita alla loro casa al mare prima del loro arrivo sotto ferragosto, così io e Ale ci ritroviamo in villeggiatura in una villetta chic vista mare tutta per noi...Incredibile!!!

Poi quel sabato mattina, in cui avevamo deciso che non avremmo lavorato, ci siamo ritrovati di buon mattino svegli e seduti sul divano davanti al blu cristallino del mare, già accaldati e sudati, Ale con addosso solo i boxer ed io la vestaglia da notte, con il seno prosperoso e un capezzolo che faceva capolino... Ale mi guardava, il suo pene era eretto, io l'ho semplicemente avvicinato al mio petto e gli gli ho offerto il mio seno come una madre al suo bambino. E' stato questo il primo bacio di mio figlio, ha abbracciato con le labbra il mio seno e non lo ha lasciato più. Poi tutto è stato talmente naturale che a pensarci adesso non me ne capacito ancora, ci siamo baciati in bocca con trasporto ed estrema eccitazione, poi ho fatto alzare mio figlio e il suo pene era proprio di fronte al mio viso, tirati giù i boxer l'ho preso in bocca come fosse la cosa più naturale mai fatta, ma solo per pochi secondi quasi subito guardandolo negli occhi gli ho sussurrato "Vieni facciamo l'amore" e così è stato, distesi sul divano letto davanti all'azzurro mi sono liberata dalla vestaglie aperto totalmente le gambe e con due dita allargato anche le piccole labbra della vagina, trovandole zuppe di lussuria, come da secoli non mi succedeva, tanto che ho "tirato per il collo" mio figlio, che si stava preparando a slinguarmi un pò tra le cosce, ma non potevo essere più bagnata di così e lo volevo dentro di me, non desideravo altro e quando è stato sul punto di penetrarmi, l'ho guardato dritto negli occhi e quasi implorandolo gli ho detto "Prendimi"!!!

Gli istanti in cui ho avvertito la sua prima penetrazione sono rimasti indelebili nel mio corpo e nella mia anima, ma non cercherò di renderli a parole, sarebbe impossibile, quel che posso invece tentare di descrivere è il piacere che ho provato...Ho letto in diversi racconti che il piacere dato da un rapporto incestuoso non è paragonabile a nessun altro, io devo ammettere che ciò che ha reso unico e grandioso il primo rapporto sessuale con mio figlio, così come tutti gli altri che fin adesso si sono susseguiti, è stato il dialogo e la condivisione delle nostre emozioni,  fin dal primo istante! Ma ciò che io e mio figlio ci siamo detti e ci diciamo durante i nostri amplessi è e rimarrà solo affar nostro e mi perdoneretese non lo rendo pubblico. Posso solo dare un giudizio oggettivo, a quasi 50 anni e dopo innumerevoli rapporti sessuali con partner diversi, credevo di aver provato ogni genere di sensazione ed emozione che si può sentire durante una penetrazione vaginale da parte di un uomo, o durante un rapporto orale, ma poi i rapporti sessuali con mio figlio hanno rivoluzionato la mia idea e concezione del sesso e della scala di valori del godimento, annullando tutte le mie certezze e facendomi capire che si stava aprendo davanti a me un intero nuovo mondo fatto di nuove frontiere di piacere da vivere e condividere con il mio ragazzo. Un altro aspetto straordinario e spettacolare dle nostro rapporto e l'assoluta sincerità nel manifestare le nostre voglie nel quotidiano e di dirci reciprocamente quando e come abbiamo voglia l'una dell'altro. Ale ad esempio adora prendermi d adietro a pecora, penetrandomi la vagina mentre mi palpa i seni, io preferisco invece mettermi a gambe aperte e farmi scopare mentre accarezzo i suoi pettorali o metto le mie mani su suo sedere, magari schiaffeggiando le sue natiche e incitandolo a scoparmi più forte. Gradisco molto anche lo smorza candela, perchè posso star su a dettare i ritmi della penetrazione e cavalcare il mio ragazzo a mio piacimento, ma apprezzo anche le sveltine animalesche che mi lasciano sfatta e ancora piena di voglia o i rapporti orali fatti all'improvviso in giro per casa, dato che ad Ale vengono improvvise voglie di  leccare la fica o a me di succhiare il cazzo. Insomma la libertà e la spontaneità sono forse i due aspetti che preferisco nel nostro privato. Ma la bellezza di un rapporto incestuoso sta anche nel vivere il profondo affetto che ci lega davanti alle altre persone, in luoghi in cui nessuno ci conosce, ovvio, ma il fatto di camminare mano nella mano, scambiarci qualche bacio e delle effusioni, ci fa veramente capire quanto il nostro rapporto sia intimo e vada ben oltre il sesso. Fortunatamente di coppie con molto differenza di età ormai ce ne sono parecchie e noi non destiamo nessuna particolare attenzione, fino a che non torniamo in posti dove possiamo essere riconosciuti o a casa nostra, allora lì agli occhi del mondo torniamo ad essere una madre e figlio secondo il modelle bigotto e retrogrado della nostra maledetta società, fin quando non chiudiamo la porta di casa e torniamo ad essere noi stessi e a vivere la nostra meravigliosa storia di sesso e profondo affetto.

Penso spesso a cosa ci porterà tutto ciò che abbiamo fatto finora e in tutta sincerità posso dire di non averne idea, non so se un domani mi pentirò, lo rimpiangerò, mi maledirò, non so cosa mi o ci succedrà. So e sappiamo solo che ogni giorno ci svegliamo con il desiderio e la voglia di possederci l'un l'altra e questo ci rende felici. Per ora ci basta sapere questo!

Ci piacerebbe molto avere dei contatti con madri o figli che la pensano come noi, che hanno avuto o stanno vivendo le stesse esperienze. Per questo, ma anche per critiche, consigli o impressioni, lasciamo la mia mail:

 

 [email protected]

 

Ci auguriamo che la nostra storia sia piaciuta e che magari possa essere di ispirazione i o incoraggiamento per madri o figli desiderosi di incesto ma ancora indecisi.

Un abbracciao a tutti e se vorrete, a presto!!!

Ciao e benvenuto, grazie per il tuo racconto, molto gradito! Ti preghiamo solo di arricchire, la prossima volta la tua storia con una immagine di copertina a tuo piacere. E' brutto vedere in prima pagina una storia identificata da uno scialbo quadrato grigio, non trovi?
quasi come è successo a me
Amo il genere, specie se scritto bene...continua
Io non ci credo che vero,solo fantesie
Ciao ho provato a scrivere alla tua mail ma mida indirizzo inesistente

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.