Sottomessi ad un Bull Maturo (Parte Seconda)

  • Scritto da Porno_Libero il 27/06/2022 - 11:36
  • 1.1K Letture

Una volta preparato impiattai a tavola, Marco prese la bottiglia di vino e la stappò, mi sedetti assieme a loro per mangiare. " Mmm...ma sei proprio brava a cucinare.. Franca è come una Regina e noi siamo i suoi devoti cavalieri...!" Disse Nicolò, questa battuta mi fece ridere ma mi fece anche tanto piacere, intanto Marco ci riempiva i bicchieri di buon vino fresco che andava giù che era una meraviglia...! ""Ora sono il vostro Bull, tu Marco sei il Cuckold e tu Franca la Sweet..." disse Nicolò prima di bere tutto di un fiato un bicchiere di vino. "Scusa ma non capisco queste parole in Inglese, sono ignorante in materia...ma che vuoi dire ?"

"Ma che ne pensi invece di una bella vacanza insieme soli Io e tè alle maldive ?" Dissi a Nicolò senza vergognarmi di mio marito che ebbe come un fremito....forse aveva capito che ormai non aveva più speranze nei miei riguardi, Nicolò mi prese la mano e guardò Marco "Che dici... mi presti tua moglie per un bel viaggio sei d'accordo ?" "Ma si...si...certo..." rispose mio marito timidamente. "Allora per mè va bene..." Disse Nicolò e mi baciò la mano."Però prima mi devi dare il culo...!" Disse perentorio..."Ed il mio culo non lo vuoi più..?" Disse Marco quasi con le lacrime agli occhi. "Ma certo cucciolo...!" Gli rispose il suo amico dandogli un pizzicotto sulla guancia. Finito di mangiare ci gustammo un bel caffè.

Poi Marco andò a prendere nel soggiorno una bottiglia di Whisky, e riempì i nostri bicchieri, lo sorseggiammo con piacere fumandoci una sigaretta dietro l' altra. Nicolò faceva delle battute divertenti, ed Io ridevo come una matta. Fra vino e Whisky mi sà che ero proprio partita...! Ad un certo punto Nicolò mi guardò negli occhi e disse "Anzi voglio di più da voi...sarò il vostro Master... ovverosia il vostro Padrone, e voi i miei devoti schiavi del sesso, e dovrete obbedirmi in tutto...!" A dire la verità questa frase mi fece un pò paura...ma ormai ero completamente innamorata di lui. Nicolò si alzò da tavola..."Forza adesso in piedi schiavetti...!"

Io e Marco obbedimmo, mi prese per la mano ed entrammo in camera da letto seguiti da Marco... Nicolò si mise in piedi sul tappeto persiano davanti al nostro letto matrimoniale, mi baciò e mi carezzò il viso, poi ci fece inginocchiare davanti a lui. Ci guardava con i suoi occhi scintillanti e ci carezzava la testa. "Bravi, bravi... ma che belli i miei schiavetti...! Adesso adorate il vostro Padrone..!" disse a voce alta. Non avevo mai visto il corpo di Nicolò il quel modo, era asciutto e muscoloso, sembrava la statua di un Dio antico, ebbi allora come un fremito che attraversò tutto il mio corpo dalle punte dei piedi fino alla testa e cominciai a sentire per lui una profonda devozione.

Cominciammo con il carezzare e baciare il dorso dei suoi suoi piedi duri, poi le gambe e le cosce... delicatamente carezzai il suo membro turgido, con dolcezza lo baciai ed alla fine me lo misi in bocca, intanto Marco gli leccava i coglioni.." Obbedimmo così alla richiesta del nostro Padrone adorando quella fonte di vita che donava a mè e a mio marito tanto piacere... "Succhia...succhia bene... fammelo diventare bello grosso Puttana...!" Ebbi un attimo di sconforto a sentirlo chiamarmi in questo modo... ma continuai a leccare e succhiare, ero come inebetita... e lo stesso mio marito. Mentre obbediente gli facevo questa fellatio gli carezzai il ventre scolpito, allora lui con tenerezza mi prese la mano... "Ma come sei brava...! Adesso mi devi leccare bene il buco del culo, tu Marco lavami i piedi con la lingua...!"

Si mise alla pecorina davanti a noi sul tappeto. Io e Marco cominciammo a fare quanto era stato espresso dalla sua volontà, gli allargai anche le chiappe mentre gli leccavo lo sfintere e gli misi pure un dito dentro il culo..."Aaaaa... che Troia che sei...! Si.. fammi un bel ditalino e massaggia bene la prostata...!" Io e mio marito continuammo per parecchio a fare quello che ci aveva ordinato, Nicolò gemeva dalla goduria. A mè sembrava di essere entrata in un' altra realtà, dove esisteva solo piacere e gioia di vivere, sentivo l'odore di uomo sano del corpo di Nicolò e mi mandava in estasi. "Ora Basta...!" Disse Nicolò ad alta voce. "Mettetevi tutti e due alla pecorina che è arrivata la vostra ora, sarete Impalati...!"

Allora Io e Marco trepidanti ci mettemmo tutti e due come ci aveva ordinato uno di fianco all' altro. "Siete uno spettacolo...!" Disse Nicolò contemplando da dietro i nostri culi, e cominciò ad accarezzarli. Io avevo un pò paura perchè nel culo l'avevo preso solo qualche volta e poi soffrivo anche di emorroidi. "Ti prego fà piano Nicolò..." dissi... Lui si mise dietro di mè e mi allargò i glutei, tirò fuori la sua lingua e cominciò a leccare il mio buchino, poi ci sputò sopra diverse volte, me lo allargò bene e poi ci infilò la sua lingua dentro..."Che bel culo che c'iai... beato il cazzo mio...!" Devo dire che fù molto attento e dolcissimo, prima me lo appoggiò e poi cominciò ad entrarmi piano piano....facendomi provare un crescendo di eccitazione che non avevo mai provato in vita mia. 

Mi chiedeva se poteva andare avanti ed Io gli dicevo di sì oppure di fermarsi, intanto Marco mi carezzava la schiena e mi diceva parole dolcissime, mi diceva che mi adorava e che ero l'unica donna della sua vita. A questo punto mi pentìì di aver pensato male di lui, ma adesso ero completamente innamorata del suo amico Nicolò, che mi stava pure sodomizzando...! Pensai se era possibile per una donna amare due uomini contemporaneamente... Incitai Nicolò ad infilarmi il suo enorme membro tutto dentro di me, provai la sensazione come di un palo che mi attraversasse tutta, cominciò ad incularmi veramante bene afferrandomi per i fianchi e spingendo sempre di più, Io gemevo dal piacere.

"Ooooo... amore mi piace tanto... lo sento nel cervello...!" Dissi all' apice dell' eccitazione, poi con una mano cominciai a strofinarmi il clitoride per godere ancora di più, ebbi allora un improvviso orgasmo. Urlai in mio piacere. Intanto mio marito incitava il suo amico, "Dai più forte, più forte rompigli il culo a questa Puttana...!" "Ti piace prenderlo nel culo Zoccola ?" mi chiese Nicolò "Si... Siiiiii... mi piace mi piace, ti prego Amore non fermarti...!" gli risposi mentre godevo come una Troia e me ne venni... "Godoooo... Godo come una Troiaaa...!" Urlai..."Tu sei la mia Troia ancora non l'hai capito ?" Mi rispose Nicolò mentre infoiato mi sodomizzava...

"Ti voglio sborrare tutto in bocca...!" mi disse ad alta voce...dandomi uno schiaffo sul culo...Io allora obbedendo mi girai sulle ginocchia. Nicolò mi afferrò la testa con una mano e con l' altra mi fece entrare il suo enorme Cazzo tutto in bocca, spinse profondamente fino a farmelo arrivare in gola, ma non entrava tutto tanto era grosso. "Vengo...vengo...ecco la tua sborra Puttana...! Bevila bevila tutta che ti fà bene...!" Ingoiai allora tutto il nettare che questo maschio alfa, che ci aveva sottomessi mi stava donando generosamente. "Bene ora facciamo godere quest' altra Troia..." disse Nicolò rivolgendosi a mio marito Marco. "Adesso siete i miei schiavi...! Mi hai proprio spompato pensaci tu a far godere tuo marito..." "E come faccio... Se non c'iò il Cazzo ?" "Poi ti spiego...." Disse mentre carezzava il culo e le gambe di Marco..."

Ma da ora in poi dovrete avere rapporti sessuali solamente con mè, tu sei solo mia e tuo marito non conta più nulla, non potete avere rapporti fra di voi, e nemmeno scambiarvi gesti di affetto... dovrete vivere come due estranei, parlarvi il meno possibile e dormire separati..."Ohh.. si, si... faremo tutto quello che hai detto...!" Disse Marco. A dire la verità queste parole mi fecero rabbrividire, ma allo stesso tempo provai un'intensa emozione di voluttà... guardai Nicolò sorridendo.. Anche lui mi guardò intensamente e mi carezzò il viso..."Adesso fai godere il tuo Ex-marito...!" mi disse...  "Ma vuoi che lo faccio godere con le mani...?" Dissi mettendomi un dito in bocca come una bambina..."Si...Siiii, anche con i piedi...! ma fate presto che non c'è la faccio più sto morendo dalla voglia..!"  Replicò Marco.

Nicolò allora si mise in ginocchio vicino a lui e con le sue possenti mani gli allargò le chiappe, e mi invitò a fare un fisting a mio marito. "Avete del gel lubrificante intimo...?" Mi affrettai a prenderlo dal comodino..."Ecco cara... spalmatelo bene sulla mano e poi me lo dai che ci penso Io.." Il nostro Bull nè mise abbondantemente sul buco del culo di Marco. "Dai fallo godere...!" Timidamente infilai un dito nell'orifizio anale di mio marito...che cominciò a gemere. Allora Nicolò mentre ancora gli allargava le chiappe mi disse di unire le dita e mi prese il polso e guidandomi con dolcezza fece entrare lentamente prima tutta la mano, e poi fino a metà avambraccio dentro mio marito che gemeva come fosse una cagna in calore...

Cominciai ad andare avanti e indietro dentro l'intestino di Marco, poi Nicolò mi disse di stringere il pugno e spingere, allora miò marito urlò penso dal dolore che gli feci provare, provai allora un intenso piacere nel procurargli questa sofferenza. "Maritino mio... lo sai che sono Sadica..!" "Brava Franca...fai soffrire bene questa cagna...!" disse Nicolò. "Adesso basta con la mano mettigli dentro il piede..." ordinò il nostro Padrone... Nicolò mi versò un'abbondante dose di gel sul mio piede e sulle mie unghie laccate di rosso. Io allora me lo spalmai bene fino alla caviglia, poi lui con dolcezza mi prese il piede e lo mise nell' ano di Marco. "Spingi...Spingi...!" mi disse mentre teneva allargate le chiappe di mio marito. Allora spinsi con tutta la forza, ed il mio piede magicamente entrò nelle viscere di Marco fino al tallone. "Adesso ruota il piede e spingi così entra tutto...!" Disse il nostro Bull. Così entrai ancora più dentro mio marito, feci entrare il tallone, la caviglia ed in parte anche la gamba..."Marco Urlò forte, più dal dolore che dal piacere che provava, Io mi strofinai la figa godendo come una vera Sadica...

Allora Nicolò prese da sotto il cazzo di Marco e cominciò a masturbarlo velocemente. "Ti piace così Cagna...?" "Si..Siiiii... ma quanto mi state facendo godere.... Oooo amico mio... mia moglie è solo tua, te lo giuro, e te la offro con tutto il cuore, grazie grazie... continuate così, Aaaaa... Vengoooo...!" Urlò Marco mentre spruzzava il suo seme sul tappeto persiano. Allora Nicolò lentamente mi tirò fuori il piede dal culo di mio marito, e glielo allargò, "Vedi Amore mio che culo gli hai fatto...!" Incredibile....! Il culo di mio marito si era enormemente dilatato, tanto che si poteva vedere tutto dentro...! Marco si girò verso di noi e si mise seduto, era completamente stremato. "Adesso devi pulire bene la mano ed il piede della tua Ex-moglie...!" Disse Nicolò perentorio. "Ed anche il tappeto...!" Aggiunsi Io.

Infatti avevo sia la mano che il piede sporchi della lordura raccolta dalle viscere di mio marito. Marco obbedì. lo guardavo mentre lui in ginocchio mi puliva con la lingua, mi stavo di nuovo eccitando e continuai a masturbarmi con una mano mentre con l' altra mi massaggiavo il ventre ed i seni. Nicolò allora si mise in piedi dietro mio marito che era messo alla pecorina e cominciò a dargli dei calci con il dorso del piede sui genitali. "Dai sbrigati cornuto pulisci bene la tua Ex-Signora..." Una volta che Marco mi ebbe pulito il piede e la mano, Nicolò lo afferrò per i capelli e lo costrinse a leccare la sborra che aveva gettato sul costoso tappeto persiano.

Io intanto continuavo a masturbarmi guardando questa scena di dominazione estrema che mi faceva eccitare all' inverosimile e me ne venni sbrodando tutto anch'io sul tappeto persiano. Ero distrutta ed avevo bisogno di riposare, guardai la sveglia sul comodino e faceva le due e mezza di notte...! Avevamo perso la cognizione del tempo..."Andiamo a dormire che è Tardi... che ne abbiamo fatte pure troppe di porcherie...!" Dissi ai miei due maschi. Io e il mio nuovo Marito ci sdraiammo sul letto abbracciati, mentre Marco dormì sul tappeto dovendo obbedire all'ordine. Io impietosita gli presi un cuscino dall' armadio in modo che potesse dormire comodo.

----- Continua -----

 

Post New Comment

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e analizzare il nostro traffico. Si prega di decidere se si è disposti ad accettare i cookie dal nostro sito Web.